Home»FOOD»PANINI AL BURRO

PANINI AL BURRO




PANINI AL BURRO

Semplici gesti.

La nostra casa profuma.

Già dall’ingresso, in fondo alle scale, il segreto viene svelato: sa di pane appena sfornato, di voglia di stare insieme, di famiglia. Sa di casa, direi io.

Se è vero che cucinare è un gesto d’amore, preparare del pane è l’apoteosi di questo gesto.

Forse perché il suo profumo ci rimanda a memorie che non hanno tempo.

Forse perché è fatto con ingredienti famigliari.

Forse perché per farlo ci vogliono dei semplici gesti che scandiscono le nostre giornate.

Un po’ di lievito e farina, mani che accarezzano l’impasto e tanto amore. Il risultato è certo.

 

Panini al burro ( per circa 4 dozzine di panini di 35-40 g l’uno )

 

Di cosa avete bisogno

1 kg di farina 00

50 g di lievito di birra fresco

200 g di burro

1 cucchiaio e mezzo di sale grosso

350 ml di latte parzialmente scremato

1 cucchiaino di zucchero

1 tuorlo con un po’ di latte ( per spennellare i panini )

 

A scelta:

semi vari ( zucca, sesamo, papavero, ecc )

prosciutto cotto, crudo, salame, mortadella e altri affettati

diversi tipi di formaggio ( anche Parmigiano grattugiato )

alici, salmone

aglio, peperoncino

capperi

prezzemolo, basilico, origano, timo e altre aromatiche

olive nere o verdi

tutto quello che vi ispira da mettere sopra ogni panino o direttamente nell’impasto.

 

Come si prepara:

In un contenitore versate mezza tazza di latte tiepido e il lievito e mescolate. Aggiungete il cucchiaino di zucchero e un po’ di farina e mescolate ancora. Coprite il contenitore con della pellicola finché non si formi una schiuma appiccicosa.

Nel frattempo mettete in un contenitore capiente la farina, formando un incavo in mezzo nel quale aggiungerete: il burro molto morbido, la schiuma di lievito e il restante latte tiepido, dove avrete precedentemente sciolto il sale grosso.

Unite piano piano e in modo “leggero” tutti gli ingredienti, aiutandovi inizialmente con una forchetta prima di utilizzare le mani. Se dopo averli amalgamati notate che l’impasto risulta ancora troppo appiccicoso, aggiungete della farina, se risulta secco o fa fatica ad unirsi, aggiungete del latte.

Quando l’impasto si staccherà facilmente dalle mani, trasferitelo ad una spianatoia e lavoratelo energicamente per diversi minuti, sbattendo una volta ogni tanto l’impasto con forza sul piano di lavoro.

Formate infine una palla completamente omogenea e di consistenza elastica e mettetela in un contenitore capiente. Coprite quindi il contenitore con un coperchio o del film e lasciate lievitare l’impasto al caldo, per un’ora e mezza circa. Deve almeno raddoppiare il proprio volume.

Passato questo tempo, riprendete la palla e incominciate a dare ai panini la forma che preferite: semplici panini tondi, trecce, spirali, nodi, ecc.

Se desiderate fare dei panini con dei sapori diversi, tagliate finemente l’ingredienti scelti ( olive, affettato, aromatica, aglio, ecc.) e aggiungeteli all’impasto, lavorate fino a distribuirlo uniformemente, poi date la forma desiderata.

Appoggiate i panini su delle teglie con della carta da forno e lasciateli lievitare per ancora un’ora circa al caldo.

Infornate in forno ventilato e preriscaldato a 190 gradi per circa venticinque minuti. Quando i panini incominciano a dorarsi, toglieteli dal forno e spennellateli con il tuorlo che avrete precedentemente sbattuto insieme ad un po’ di latte e spolverizzateli con i semi che più vi piacciono. Rimettete in forno e finite la cottura fino a completa doratura.

 

…EAT VOILÀ

 

NOTE

Attenzione ai tempi di lievitazione, d’estate o in ambienti molto caldi, i composti tendono a lievitare molto più velocemente. Tenete sempre presente che la “palla” deve raddoppiare il proprio volume, prima di essere lavorata nuovamente.

Per avere dei panini con una cottura uniforme, io di solito peso tra i 35 e 40 gr di impasto e poi aggiungo l’ingrediente desiderato e procedo con la forma scelta.

Un’idea carina e anche pratica è quella di dare ai panini con lo stesso “sapore”, la stessa forma; per esempio: tutte le treccine avranno nell’impasto del prosciutto cotto e olive nere, le spirali saranno al rosmarino e parmigiano grattugiato, i panini tondi ai semi di papavero, ecc.

Anche senza l’aggiunta d’ingredienti sono comunque veramente molto buoni.

Questi piccoli panini sono ideali per aperitivi, pasti a buffet, da riempire con dell’affettato oppure per accompagnare cene, pranzi e merende, da portare come snack, per i pic-nic. Ideali da mangiare a tutte le ore, credetemi, io li mangio da quando sono nata!

https://www.instagram.com/still_lari/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUIMI SU INSTAGRAM

EAT VOILA P.IVA 01659730087 | Powered by Esedigital
×