A MARAVIGGHIA APPIGGHIA ( ciò che ti meraviglia può anche capitare a te) 

Palermo è contraddizione e nulla è come sembra.
A Palermo ci vai con rispetto, quasi in punta di piedi.
In modo diametralmente opposto, sono la storia millenaria e quella più recente contrassegnata dalla stagione delle stragi dei primi anni novanta a ricordartelo ad ogni passo e sguardo.
Palermo è una mescolanza d’arte, culture, vibrazioni ed emozioni, ma per goderne appieno bisogna lasciarsi accompagnare senza pregiudizi e distrazioni pregresse. Città multicolore e multietnica, all’ombra di chiese, palazzi e piazze monumentali, incarna le sue diverse anime nei mercati storici, culle di arti e mestieri e di carnale partecipazione popolare.

Casa Professa

 

A tavula è trazzera [ la tavola è strada ] amicu caru, 

cantava l’orbu sutta ‘n ped’i ficu,

si poi ti voli beni ‘u tavirnaru

la fama è fatta cùrcati ti dicu.

Pi tia c’è sempri postu e, paru paru,

ti criscinu l’amici e lu viddricu.

Nta sta trazzera scotula li ‘mbrogghi:

li megliu çiuri a tavula li cogghi.

Icona dello street food, una tavola a cielo aperto, luogo di aggregazione socio-culturale, dalla forte personalità, inventiva emozionale e da un sincero amore per il cibo. Un percorso gastronomico coraggioso, mai banale, ricco di accostamenti semplici e gustosi che riflette l’arte antica dell’arrangiarsi.

come si mangiano arancine, panelle, sfinciuni, cazzilli, macallè, pani câ meusa, ù cicirìeddu frittu?

Arrangiati.

L’arte della risposta.

 

Tutt’è bbonu e binirittu [ tutto è buono e benedetto ].

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUIMI SU INSTAGRAM

EAT VOILA P.IVA 01659730087 | Powered by Esedigital
×